Riabilitazione Neurologica

La riabilitazione neurologica è una branca afferente alla riabilitazione, finalizzata ad alleviare i sintomi, nonché a migliorare o a recuperare le funzionalità da parte di pazienti affetti da malattie del Sistema Nervoso. Gli obiettivi della riabilitazione sono a medio e a lungo termine e consistono, concretamente, nel recupero del tono muscolare e di una maggiore sensibilità corporea, in un training di deambulazione e in una risoluzione delle difficolta di linguaggio.

A chi è rivolta la riabilitazione neurologica

I “destinatari” della riabilitazione neurologica sono quindi i soggetti che presentano un danno a livello del Sistema Nervoso, punto nevralgico delle funzionalità dell’organismo. Nel momento in cui questo viene minato, i segnali di risposta ai comandi subiscono delle alterazioni con conseguenti disabilità, sia fisiche, sia psichiche. I pazienti che hanno subito un ictus ischemico o emorragico, una ipossia cerebrale, un trauma cranico oppure sono affetti da sclerosi multipla o malattie degenerative, vengono sottoposti alla riabilitazione neurologica.

 

Riabilitazione neurologica: quali sono le tecniche utilizzate?

Le tecniche utilizzate nell’ambito della riabilitazione neurologica sono molteplici.

  • Metodo Kabat: è una tecnica utilizzata sulle persone affette da patologie neurologiche da ipertono flaccido o ortopediche. Attraverso stimoli esterni, è possibile far recuperare le funzionalità e migliorare le capacità motorie diagonali e spirali che consentono ai muscoli di allungarsi e contrarsi, favorendone il rafforzamento.
  • Esercizio Terapeutico Conoscitivo: trattasi di esercizi volti a stimolare i processi cognitivi del cervello al fine di stimolare il recupero del movimento perso. Tali esercizi vengono eseguiti con specifiche attrezzature.
  • Mirror Therapy: tale tecnica prevede che il paziente riproduca il movimento con l’ausilio di uno specchio. Osservando il movimento compiuto dall’arto sano, al paziente sembrerà di muovere anche l’arto paretico; in questo modo è possibile sfruttare la capacità residua dell’arto leso, attraverso la stimolazione dell’effetto ottico provocato dallo specchio.
  • Riabilitazione robotica: è una terapia di supporto alla riabilitazione tradizionale. L’arto paretico compie dei movimenti con l’aiuto di un robot che stimola la capacità motoria residua e alcune aree del cervello danneggiate.

Riabilitazione neurologica del nervo facciale

La riabilitazione neurologica del nervo facciale è fondamentale per il benessere psicofisico della persona, dal momento che il viso e la sua capacità espressiva costituiscono l’essenza del primo approccio tra persone. In tal senso, una paralisi dei muscoli facciali o un ictus possono comportare problemi sia a livello comunicativo che emozionale e, ovviamente, psicologico. La riabilitazione neurologica del nervo facciale mira a recuperare la simmetria statica e dinamica della parte destra e sinistra del volto. Il trattamento riabilitativo deve considerare il tipo di paralisi e la terapia in corso, sia farmocologica che chirurgica.

Non a caso, la valutazione riabilitativa è indispensabile al fine di ripristinare il corretto uso della muscolatura, insieme all’educazione al movimento. La proposta di esercizi è finalizzata proprio all’attivazione dei muscoli interessati ed è assolutamente personalizzata; tali esercizi, una volta appresi, vengono svolti a casa.

 

Durata del percorso di riabilitazione neurologico

Il percorso di riabilitazione neurologico viene perfezionato solo in seguito a un’accurata anamnesi e alla relativa diagnosi. Viene pianificato l’iter riabilitativo più adatto a facilitare il reinserimento del paziente all’interno della propria sfera domestica. La durata del percorso riabilitativo varia in base al grado del danno subito e al conseguente recupero funzionale.

Contatta FisioSportLife per richiedere maggiori informazioni

Prenota