“Les Pompages” di Marcel Bienfait è una tecnica usata soprattutto a livello cervicale in caso di artrosi, retrazioni muscolo-fibrose, cervicobrachialgie, ecc. Il pompaggio è un movimento ritmico e regolare che fa passare un segmento dallo stato di tensione ad uno stato di rilasciamento e viceversa.

Cos’è la tecnica pompage

La tecnica pompage o pompaggio è manuale ed agisce sulla componente muscolare o articolare. Consiste nel trazionare il collo, mantenere la tensione per 30 secondi e rilasciare poi molto lentamente. L’obiettivo è quello di ottenere un effetto sedativo che mira a controllare il dolore. Infatti in questo modo si riesce ad aumentare lo spazio intervertebrale. La persona che si sottoporrà alla tecnica pompage avvertirà una sensazione di leggerezza a livello della testa e del collo ed un piacevole rilassamento. Il pompaggio si configura dunque come un movimento regolare e ritmico che consente di passare dallo stato di tensione ad uno di rilasciamento e può essere utilizzato su un muscolo o su un’articolazione.

Come avviene una seduta di pompaggio

Solitamente una seduta di pompaggio dura mezz’ora e può essere abbinata ad un massaggio decontratturante e rilassante. I pompaggi che riguardano le retrazioni muscolo-fibrose sono caratterizzati da tre momenti: la tensione, il mantenimento della stessa e per ultimo il rilasciamento. È importante che la trazione esercitata sia progressiva e lenta, in modo da permettere un rilascio delle fibre muscolari ed al tempo stesso dello stato psico-fisico della persona. Durante una seduta di pompaggio il trattamento viene ripetuto 5-10 volte per un ciclo minimo che varia tra le 5 e le 10 sedute.

I benefici del pompage

Lo scopo principale del pompaggio è quello di allungare e stirare i muscoli e di agire su tendini e legamenti. Per tali motivi viene usato per contrastare molte patologie ortopediche e posturali. I benefici del pompage riguardano l’alleviamento di contratture muscolari, dolori vertebrali, problemi articolari, infiammazioni di varia natura, artrosi, traumi muscolo-scheletrici come ad esempio le distorsioni o il colpo di frusta, la prevenzione della degenerazione della cartilagine articolare e, come detto, gli squilibri posturali. Tra i benefici del pompage non si deve dimenticare nemmeno la stimolazione della circolazione dei fluidi (sia la linfa che il sangue).

Il pompage articolare cervicale

Il pompage articolare cervicale prevede manovre mirate e delicate. Durante il momento della tensione la mano del terapista è localizzata a livello del distretto a cui si vuole applicare il trattamento. A questa manovra di pompage articolare cervicale il paziente dovrà associare una respirazione profonda. Il mantenimento della tensione dovrà durare per almeno 30 secondi: è infatti in questo momento che si ha la possibilità di determinare un impulso in allungamento e in decoattazione dell’articolazione. Infine durante la fase del ritorno si applica un delicato e progressivo riposizionamento del rachide cervicale nella sua posizione originaria. Il benessere alla fascia, cioè il tessuto connettivo che avvolge il muscolo, sarà immediato.22

Prenota